A noi i broccoli neanche piacevano...

 
Ma ci siamo dovuti ricredere.

Mio padre aveva quasi completamente perso la visione centrale a causa di una grave maculopatia degenerativa che gli era stata diagnosticata nel 2005. Dato che è un professore di biochimica, non si dava pace per il fatto di non essere più in grado di guardare la TV, o anche solo di distinguere i colori e continuava a consultare la letteratura scientifica sugli agenti antiossidanti per proteggere gli occhi, come beta carotene, glutatione, luteina e zeaxantina. L’anno scorso si è imbattuto su uno dei primi articoli scientifici sulle potenzialità del sulforafano per proteggere la le cellule della retina contro lo stress ossidativo ed ha deciso di provare ad introdurre qualche broccolo nella sua dieta. 

Siete liberissimi di non crederci, ma dopo aver mangiato solo 2 (due !) porzioni di broccoli preparati come suggerito in modo da arricchirli in sulforafano, aveva iniziato a riacquistare la capacità di vedere i colori. Questo è successo a dicembre 2013. Oggi, aprile 2017, lo scotoma - cioè il ‘buco nero’ che aveva nella zona centrale della retina - è quasi completamente sparito e la sua visione centrale è migliorata. Il suo medico gli ha confidato che non aveva mai visto accadere nulla di simile. 

Dal 2014 scorso papà non dimentica di mangiare regolarmente broccoli e ortaggi simili con una spruzzatina di senape macinata. Abbiamo preso l’abitudine di farlo anche noi come prevenzione. Senza esagerare. Un paio di volte al mese sono più che sufficienti.

Nonostante il sulforafano e le sue molteplici attività siano note alla comunità scientifica da più di 20 anni, la ‘gente comune’ ne sa pochissimo. Siamo tutti (bio)chimici in famiglia ed anche per noi non è stato affatto facile districarsi tra le numerosissime informazioni disponibili in rete sulle attività farmacologiche del sulforafano e su come ottenerlo faclmente in forma attiva, al di la delle decine di integratori a base di glucorafanina o estratti di broccolo disponibili in commercio. 

Abbiamo dunque deciso di registrare questo sito per cercare di raccogliere in un unico posto quante più informazioni possibili sul sulforafano per presentarle in maniera organica e più semplice possibile. 

Inoltre vi abbiamo indicato il metodo che usiamo a casa per trarre il maggior beneficio dai broccoli freschi e dalle brassicacee in genere, arricchendo la nostra dieta di sulforafano senza togliere troppo al gusto. 

Ovviamente questo sito NON pretende in nessun modo di sostituirsi al medico o a qualsiasi cura voi eventualmente stiate facendo. Consultate SEMPRE uno specialista prima di fare qualsiasi test su voi stessi. Questo sito offre solo informazioni. Non vogliamo illudere nessuno: magari il miglioramento di mio padre è stata una coincidenza e a voi il sulforafano non porterà grossi benefici. Ma secondo noi è giusto avere TUTTE le informazioni disponibili. Leggete la bibliografia e fatevi una vostra opinione.

Che vogliamo da voi ?
Proprio nulla. Vi assicuro che non vendiamo né broccoli né senape... 
Ma se vi siamo stati utili o se vi abbiamo almeno un po’ incuriosito, farcelo sapere sarebbe carino :o)